IO VOLO TRECENTINO – DRONENZINE

IO VOLO TRECENTINO - DRONENZINE
by

“I SAPR inoffensivi sotto i 300 grammi stanno avendo un successo incredibile perché hanno dei veri superpoteri: infatti se usati per lavoro non richiedono un attestato di pilota remoto (il cosiddetto “patentino”), possono volare nelle CTR aeroportuali, possono sorvolare le persone (attenzione alla parola persone, non assembramenti, è diverso).

Possono volare anche in città senza autorizzazioni aeronautiche, laddove non sussistano altri divieti, come zone Vietate e NoFlyZone permanenti e per loro tutte le operazioni sono considerate come non critiche, in ogni scenario.

Ma sono comunque dei SAPR, non degli aeromodelli e bisogna conoscere le regole dell’aria. Quindi ci sono molte cose che devi sapere. E in mezza giornata di corso, vicino a casa e a un prezzo incredibile, le scoprirai tutte.”

 

Perché proponiamo un corso per droni che non richiedono l’attestato di pilota remoto? Semplice, perché ai piloti di “trecentini” è richiesto di conoscere e applicare le regole dell’aria.

Se le conosci, puoi fare più cose: per esempio chiedere un NOTAM (o una più semplice autorizzazione) per volare in città dove normalmente è proibito, come Roma – su cui ci sono ben due NoFlyZone permanenti – o Milano o Firenze, che sono tutte in ATZ aeroportuale.

Se sai leggere una carta aeronautica, puoi conoscere i tuoi diritti, ma anche i tuoi doveri di volo.

E se sai fare i manuali aeronautici, puoi creare da solo il tuo “trecentino” o modificare un drone commerciale per usarlo come SAPR inoffensivo. Saprai come relazionarti a ENAC e ENAV, come produrre le documentazioni richieste e come e quando chiedere permessi a enti che non c’entrano nulla con l’aeronautica, come questura, prefettura e municipio.

In altre parole, diventi un professionista.

ACQUISTA IL CORSO

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *